(disegnaccio mio su quadernaccio d’appunti, 2010) “In qualsiasi forma si presenti: quadro, fotografia, assemblage di diversi oggetti, oggetto unico leggermente trasformato, ogni mio oggetto è concepito per divertire, irritare, disorientare, intrigare, stimolare una riflessione, ma non per suscitare l’ammirazione a causa della perfezione tecnica che si ricerca o si apprezza abitualmente negli oggetti classificati come › Read more
Ancora produco sullo schermo del mio telefonino reminiscenze inconsce del mio ammirare la pittura di Klee e Mirò (anche al Kunstmuseum di Basilea) di questo mese… Se continuo così, la prox mostra di pittura che farò sarà allestire circa 30 televisori su cui proiettare un dipinto digitale… Che cosa ne pensate di questa idea? › Read more
Colore a disegni informali
Inizio a dar colore ai progetti nati sul treno. poca roba ma qualcosa si muove… L’altro ieri sono andato a trovare l’amico pittore Luca Coltelli (con me nella foto). Si è parlato di mettere in piedi una galleria d’arte in una piazza caratteristica di Carrara… Stay tuned! 😉 › Read more
“Lavoro a lungo, talvolta anni, a uno stesso quadro. Ma in tutto questo tempo vi sono periodi, talvolta molto lunghi, in cui non me ne occupo. L’importante per me, è che si senta il punto di partenza, l’emozione che l’ha determinato. Che una tela rimanga incompiuta per anni nel mio studio, non m’inquieta. Al contrario, › Read more
Qualche disegno sul treno. Rielaborando gli scritti d’arte sul (mio) blog di questi giorni. Appena rientro a casa provo a buttar giù un pò di colore. Colori primari per piccoli formati. › Read more
(Kandinsky) “Tutti i mezzi sono sacri se sono intimamente necessari. Tutti i mezzi sono sbagliati se non scaturiscono dalla necessità interiore. E d’altra parte, anche se già oggi si può teorizzare all’infinito è prematura una teoria particolareggiata. In arte la teoria non precede e non sollecita la prassi. Al contrario. Tutto, specialmente all’inizio è questione › Read more
L’arte rende visibile.
(The Goldfish, 1925 – Klee) “L’arte non ripete le cose visibili, ma rende visibile. L’essenza della grafica induce spesso e giustamente all’astrazione. Nella grafica albergano i fantasmi e le fiabe dell’immaginazione e nello stesso tempo si rivelano con grande precisione. Quanto più puro il lavoro grafico, vale a dire quanto maggiore l’importanza attribuita agli elementi › Read more
frammenti di scultura d’avanguardia
Oggi all’Accademia Di Belle Arti di Carrara, ho seguito la seconda lezione del prof. Romanini che parlava di arte povera, nello specifico di scultura… Parte dell’ avanguardia nella scultura usa matreriali che la natura mette a disposizione per creare nuove prosepettive scultoree. Inclusi nelle opere vi sono lo scorrere del tempo, i fattori ambientali, gli › Read more

Clicca mi piace anche tu!!!